Sinossi

Il volume rappresenta un omaggio corale di colleghi di più università, di allievi e di amici a Silvia Lusuardi Siena, in occasione del suo 75° compleanno, come segno di stima e di riconoscenza per la sua lunga attività di docente e studiosa. I 49 contributi affrontano tematiche di archeologia, metodologia, cultura materiale, numismatica, architettura, storia, storia dell’arte, toccando ambiti territoriali nei quali Silvia Lusuardi ha condotto intense e pluriennali campagne di scavo e progetti di ricerca (Luni e la Liguria, Milano e la Lombardia, Cividale del Friuli e il Veneto). Il titolo della pubblicazione “Sotto il profilo del metodo” riprende un’espressione che spesso risuona nei suoi dialoghi con studenti e collaboratori, ponendosi come un sema del suo approccio all’archeologia, che l’ha resa un solido riferimento per molti, soprattutto proprio sotto il profilo del metodo. Silvia Lusuardi è parte di quella prima generazione effettiva dell’archeologia medievale italiana, forse con più ampi spazi ma ancora interamente da solcare, dalla quale chi è venuto dopo non può prescindere. Silvia Lusuardi Siena (Milano, 17 maggio 1946) è stato Professore Ordinario di Archeologia Medievale presso l’Università degli Studi di Udine (1990-1994) e presso l’Università Cattolica di Milano (1994-2016). In quest’ultimo ateneo, ha tenuto anche l’insegnamento di Metodologia della ricerca archeologica e ha rivestito il ruolo di Direttore dell’Istituto di Archeologia (1998-2010) e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici (2014-2016). È attualmente membro del Consiglio Direttivo dell’Accademia Ambrosiana di Milano (Classe di Studi Ambrosiani) e Presidente del Centro Studi Lunensi. Nel 2003 ha ‘rifondato’ insieme con Maria Pia Rossignani la collana “Contributi di Archeologia”, destinata alla presentazione dei risultati delle ricerche svolte in ambito archeologico nell’Università Cattolica. Partecipa al Comitato scientifico della rivista “Temporis Signa. Archeologia della tarda antichità e del medioevo”, pubblicata dalla Fondazione Centro Italiano di Studi sull’alto medioevo di Spoleto.

Allegati
  • Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine Leggi le prime pagine